Universitopoli: ecco i concorsi truccati dai prof, dall'Asn alla “spartizione territoriale”

E' giunta ufficialmente due giorni fa la richiesta di rinvio a giudizio per 45 docenti del settore di diritto tributario a seguito dell'inchiesta della Procura di Firenze intitolata "Chiamata alle armi" sulle tornate di Abilitazione scientifica nazionale (Asn) del 2012 e 2013. L'accusa è di corruzione per atto contrario ai doveri di ufficio.

Il sistema messo in pratica dai docenti è chiaro per ciò che emerge da intercettazioni e documenti: le abilitazioni sono concesse non sulla base di una valutazione sul merito dei titoli e delle pubblicazioni ma predeterminando molto prima chi sarà abilitato per poterlo sistemare poi al concorso locale bandito dal singolo ateneo, attraverso una spartizione "illecita", tenendo conto della provenienza geografica e dei loro commissari "di riferimento" sulla “base di accordi” e “prescindendo dalla qualità dei candidati”.

Questo meccanismo, come sta dimostrando anche l'altra inchiesta della Procura di Firenze per il settore di medicina (sulla quale a breve si esprimeranno i giudici, con richiesta di interdizione per altri docenti), e come testimonia la numerosità dei ricorsi accolti e delle sentenze emesse dal Consiglio di Stato e dai Tar regionali, è molto più diffuso di quanto si possa immaginare: i concorsi nell'università italiana vengono predeterminati secondo logiche che non mettono al centro la valutazione e la comparazione durante la prova pubblica. Le denunce di questo meccanismo, anche su altri settori scientifico disciplinari, sia per le tornate dell'Asn sia per i concorsi locali, sono numerose. Si attendono nuove indagini da parte di altre procure.


Leggi l'articolo cartaceo sul "Fatto quotidiano" del 14 marzo 2019

Leggi l'articolo on line sul "Fatto quotidiano" del 14 marzo 2019




DONA A QUESTO IBAN

IT24C0760117000001041583947

Effettua una donazione all'associazione tramite bonifico online o cartaceo utilizzando l'IBAN fornito.

Grazie per il supporto!

CONTATTACI
arrow&v
Carica file in formato JPG

MAIL - trasparenzaemerito@gmail.com

EMAIL PEC - trasparenzaemerito@pcert.postecert.it

Via Dandolo 19/A Roma (Trastevere)

Codice Fiscale: 97965470582. 
 

IBAN - IT24C0760117000001041583947

(BancoPosta - Poste Italiane)