Anna Falcone, con il suo apporto in diritto amministrativo e costituzionale, aderisce a TRA-ME

Aggiornamento: nov 4

Anna Falcone aderisce, con grande interesse ed entusiasmo, a "Trasparenza e Merito".

Siamo davvero lieti di comunicare a tutti voi la notizia che Anna ha deciso di dare il suo contributo di grande competenza e professionalità al fianco della nostra battaglia di civiltà per una rivoluzione etica e culturale all’università.

E’ una buona notizia per noi che si aggiunge alle recenti importanti adesioni di Montanari e Crisanti.

Cosentina, trapiantata a Roma, è avvocata amministrativista e professore a contratto presso l'Università di Roma Tre. Esperta di diritto costituzionale, con un dottorato di ricerca in biodiritto, è autrice di tre monografie e diversi saggi in materia di tutela della salute, brevetti biotech, diritto dell'ambiente, parità opportunità, leggi e sistemi elettorali, partiti politici, diritti politici e partecipazione democratica, diritto dell'assistenza sociale. I suoi studi sono stati tra i primi in Italia in materia di CBRNE events e individuazione di nuovi diritti in materia genetica e biotecnologia. E' stata tra le protagoniste indiscusse del "Comitato del No" nel referendum costituzionale del 2016, nonché promotrice, con Tomaso Montanari, del c.d. movimento del "Brancaccio" nel 2017. Più di recente è diventata punto di aggregazione di un folto gruppo di movimenti e associazioni della società civile di sinistra per le elezioni regionali in Calabria.

Da giovanissima vicina al movimento della Pantera (quando frequentava il liceo scientifico), studentessa universitaria e poi, per un po’, ricercatrice (precaria) all'Università della Calabria, ha insegnato in vari master e corsi di formazione post universitari. Ha studiato a lungo all’estero (Madrid) e partecipato a numerosi progetti di ricerca di rilievo nazionale ed europeo. Fa parte di associazioni a tutela dei diritti umani, lotta alla corruzione e alle mafie, è membro di comitati scientifici e redazioni di importanti riviste giuridiche, collabora con diverse fondazioni e centri studi, ed è stata più volte audita come esperta presso la Commissione Affari Costituzionali nella Camera dei deputati.

Per quel che, come associazione, più ci interessa da vicino, oltre il suo sguardo apartitico, ma non apolitico in senso alto, rivolto ai gruppi di cittadinanza attiva - che ci accumuna-, ha anche patrocinato numerose cause in ambito amministrativo su tematiche come l’ambiente, la sanità, la partecipazione politica, i nuovi diritti.

A questo punto diremmo che, da parte sua, manca proprio un focus speciale di approfondimento sulla legalità all’università. Ed è proprio questa la ragione che ci induce a pensare molto positivamente e in modo propositivo a questa nuova importante collaborazione.

Un caloroso benvenuto ad Anna, dunque, con lo sguardo rivolto all’università che vogliamo.