Processo penale alla commissione sul caso Scirè: dopo Lupo e Granozzi, sentito lo storico Marino

Aggiornato il: 9 dic 2018


Va avanti il procedimento penale del Tribunale di Catania che aveva rinviato a giudizio la commissione (del concorso di Storia contemporanea bandito dall'ateneo catanese nel 2011) formata dai docenti Neri Serneri, dell'università di Siena (ora Firenze), Masella, dell'ateneo di Bari, e Staderini, dell'università di Firenze, con l'accusa di abuso di ufficio in concorso tra loro, perché "intenzionalmente" arrecavano vantaggio patrimoniale alla candidata Melania Nucifora, studiosa con una laurea e un profilo scientifico incentrato su storia dell'architettura e la progettazione urbanistica (all'epoca non in possesso del titolo di dottore di ricerca). Titoli e pubblicazioni che prima il Tar e poi il Cga Sicilia hanno già definito "non congrui" al settore. Dopo le testimonianze, a luglio, dei docenti Lupo e Granozzi, nell'udienza di martedì 4 dicembre è stato ascoltato lo storico Giuseppe C. Marino.

L'articolo "I «confini della Storia» e l'ombra della prescrizione" su Meridionews


L'articolo del 7 dicembre 2018 su "Meridionews"

L'articolo sulle precedenti testimonianze , del 4 luglio 2018 su "Meridionews"