Fioramonti: L'Università italiana ancora clientelare, troppi concorsi cuciti su un candidato

L'intervista del Sottosegretario (M5S) Lorenzo Fioramonti a "Repubblica":

"Senza deleghe non posso lavorare. Fermi soldi e idee per l'Università"

"Basta clientele e nepotismo".

"Consiglierò (come capo dipartimento al Miur, n.d.r.) una persona che dentro abbia il segno del cambiamento e un profilo internazionale. Spazio al nuovo. L'Università italiana, l'ho vissuto, è ancora clientelare, gli arruolamenti sono rimasti oscuri, troppi concorsi cuciti su un candidato. In ufficio ho trenta dossier di questo tipo, non sarà più così".


Leggi l'intervista

Leggi l'articolo integrale su Rep