8 docenti di Medicina all'Università di Firenze interdetti: la notizia anche in tv al Tg Toscana

Aggiornato il: 20 mar 2019


Iniziamo, intanto, col fare i nomi. La notizia dell'inchiesta, con stralci delle intercettazioni, degli interrogatori e delle possibili misure di interdizione per alcuni docenti è girata sui giornali locali per settimane, in particolare La Nazione, Corriere fiorentino e Repubblica ed. Firenze, ma adesso rimbalza alla cronaca nazionale. La rilancia - ed era anche l'ora - con un servizio in tv la Rai al Tg Toscana delle ore 14 e la presentatrice del Tg di La7: 8 docenti di Medicina all'Università di Firenze interdetti dai pubblici uffici.

Come ricorderete si tratta dell'inchiesta iniziata, alla fine del 2017, con la denuncia dei colleghi Prof. Oreste Gallo e Prof. Pasquale Gallina, docenti di Medicina e membri iscritti a "Trasparenza e Merito".

Le intercettazioni e la documentazione in possesso degli inquirenti hanno portato il giudice Anna Liguori alla conferma di interdizione per 8 docenti universitari, di cui 6 in servizio all'ospedale di Careggi di Firenze, nell'ambito dell'inchiesta sui concorsi pilotati all'ateneo di Firenze. Saranno sospesi per un anno "dalla direzione/partecipazione ad organismi istituzionali con funzioni programmatiche o deliberative" dell'ateneo (cioè il Consiglio di Amministrazione, il Senato accademico, la Giunta, il Dipartimento e Comitati) e interdetti "dal partecipare a commissioni d'esame o valutazione di qualsiasi tipologia" i professori Marco Santucci, Massimo Innocenti e Domenico d'Avella. Mentre sono stati interdetti dalle stesse funzioni, ma per sei mesi, i docenti Gabriella Pagavino, Nicola Pimpinelli, Gianni Virgili, Franco Servadei e Alessandro Della Puppa.

L'inchiesta, portata avanti dal Pm Tommaso Coletta, si è concentrata sul programma triennale di reclutamento di professori e ricercatori universitari da parte del dipartimento di chirurgia e medicina traslazionale dell'Università (ora sciolto) e su un concorso universitario per neurochirurgia. I reati contestati a vario titolo sono falso in atto pubblico, abuso d'ufficio e turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente. Nel registro degli indagati sono iscritte anche altre persone per i quali la procura non ha chiesto la misura dell'interdizione. Si tratta della ex direttrice di Careggi, e attuale direttrice dell'assessorato regionale alla Salute, Monica Calamai, e dell'attuale manager dell'ospedale, Rocco Damone e di Enrico Masotti, dirigente del policlinico.


Guarda il servizio televisivo al Tg Rai Toscana delle ore 14 (19 marzo 2019)

Guarda la notizia al Tg La7 delle ore 13.30 del 19 marzo 2019

Leggi l'articolo su "Repubblica" (ed. Firenze) del 19 marzo 2019

Leggi l'articolo su "Corriere" (ed. Firenze) del 19 marzo 2019

Leggi l'articolo su "La Nazione" del 19 marzo 2019

Leggi l'articolo sul "Fatto quotidiano" del 20 marzo 2019




DONA A QUESTO IBAN

IT24C0760117000001041583947

Effettua una donazione all'associazione tramite bonifico online o cartaceo utilizzando l'IBAN fornito.

Grazie per il supporto!

CONTATTACI
arrow&v
Carica file in formato JPG

MAIL - trasparenzaemerito@gmail.com

EMAIL PEC - trasparenzaemerito@pcert.postecert.it

Via Dandolo 19/A Roma (Trastevere)

Codice Fiscale: 97965470582. 
 

IBAN - IT24C0760117000001041583947

(BancoPosta - Poste Italiane)