Petizione al Presidente della Repubblica Italiana pubblicata su Change.org

Gli Associati fondatori dell’Associazione Trasparenza e Merito. L’Universita’ che vogliamo sono anche i promotori della petizione al Presidente della Repubblica Italiana attiva sulla piattaforma change.org
Il testo della petizione e’ il seguente:

Lettera al
Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella

Il 10 novembre 2017 è stata formalmente costituita l’Associazione “Trasparenza e Merito. L’università che vogliamo”. Il sito web dell’Associazione e’ http://www.trasparenzaemerito.org
In tale profilo è pubblicato l’Atto Costitutivo e lo Statuto dell’Associazione, nel quale sono riportati i nomi, i cognomi e le qualifiche degli Associati fondatori, che sono gli stessi promotori della presente petizione.
Quest’ultima, in circa una settimana, ha già raccolto circa 5.000 sottoscrizioni.
Entro la fine del mese di novembre pubblicheremo la versione definitiva della petizione.
Chiediamo:
1) che i competenti organi politici censurino pubblicamente ed in maniera decisa, dal punto di vista dell’etica pubblica, i sempre più frequenti episodi di “malagestione” dei concorsi universitari, indipendentemente dalla rilevanza penale che possano assumere le condotte dei singoli;
2) che venga istituito un osservatorio nazionale dei concorsi universitari, al fine di prevenire – e, se del caso, segnalare alle competenti Autorità – qualsivoglia irregolarità nelle procedure di assunzione dei docenti universitari.

Informazione distorta e assenza di contraddittorio. Una lettera aperta alla Redazione e al Direttore de Il Foglio

Leggiamo su Il Foglio del 16 febbraio 2018 l’articolo intitolato «Il Caso Tor Vergata», con sottotitolo «Parla il Rettore Giuseppe Novelli, sotto inchiesta con l’accusa di tentata concussione. Lunedì inizia il processo, ma il “mostro” era già stato creato via campagna mediatica».

L’Associazione Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo – ben consapevole, naturalmente, che soltanto una sentenza definitiva del giudice penale potrà stabile se sono stati commessi reati, nella piena osservanza dell’art. 27, comma 2, della Costituzione – si rivolge con questa lettera aperta alla Redazione de Il Foglio, nonché al Suo Direttore, ponendo le seguenti domande:

a) alla vigilia dell’udienza preliminare, che vede il Rettore Novelli imputato di tentata concussione ai danni di Giuliano Grüner e di istigazione alla corruzione ai danni di Pierpaolo Sileri, è stato pubblicato il suddetto articolo con un sottotitolo che, nel rivelare la “equidistanza” della testata giornalistica, più azzeccato di così non poteva essere: «Parla il Rettore Giuseppe Novelli…». Chiediamo, quindi: perché è stato deciso di dare spazio soltanto al punto di vista del Rettore Novelli nel raccontare la vicenda, senza chiedere anche alle controparti di esprimere la loro versione?

b) l’articolo non tralascia, forse, informazioni decisive sugli sviluppi processuali in sede di giustizia amministrativa, che sono fondamentali per capire la vicenda di cui si dibatterà in sede penale? In particolare, perché l’articolo non dà conto dell’ordinanza del Consiglio di Stato, Sez. VI, n. 428 del 2018, che – su appello proposto da Giuliano Grüner – ha sospeso la sentenza del Tar di cui si fa tanta forza l’articolo stesso? (Il link all’ordinanza del Consiglio di Stato è https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/wcm/idc/groups/public/documents/document/mday/njc4/~edisp/arlaza4wrwtibxpvcz4sei2fba.html).

c) la testata giornalistica è disponibile a concedere il diritto di replica a Giuliano Grüner e a Pierpaolo Sileri, considerato che un preventivo contraddittorio – ad oggi – non è evidentemente più possibile?

Per provare a dare un’opportunità di replica alle controparti, abbiamo deciso di pubblicare di seguito la risposta di Giuliano Grüner, che ha pubblicato sul suo profilo Facebook, dopo la lettura dell’articolo.

Ringraziando la Redazione se vorrà dare un riscontro alla presente lettera aperta, Le inviamo distinti saluti.

Associazione Trasparenza e Merito

Segue la risposta di Giuliano Grüner, pubblicata sul suo profilo Facebook, alla notizia del suddetto articolo. Il link al post è: https://www.facebook.com/giuliano.gruner.1/posts/177486703028118

RSVP: Convegno degli Iscritti, 24 Febbraio 2018, Roma. Invito a partecipare e Programma dell’evento

Associazione Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo
Convegno degli Iscritti
‘Raccontateci la vostra storia’
24 Febbraio 2018
Centro Congressi Cavour
Via Cavour n. 50/a, 00184 – Roma
Invito a partecipare (Rsvp)

Registrazione
Si pregano gentilmente gli Iscritti che intendono partecipare al Convegno di confermare la propria partecipazione tramite l’invio di una email all’indirizzo email dell’associazione:  trasparenzaemerito@gmail.com

Per gli Iscritti interessati a partecipare come oratori
Gli Iscritti che sono interessati a raccontare pubblicamente una vicenda di mala-università che li riguarda personalmente, sono invitati ad inviare a trasparenzaemerito@gmail.com una sintesi della stessa entro il 22 Febbraio 2018.

Programma:

Ore 10.00 – 11.30 (con presenza della stampa e degli altri mezzi di informazione)

Giuliano Grüner
Come e perché è stata costituita l’Associazione, quali scopi essa intende perseguire, quali attività ha già posto in essere e quali si propone di svolgere in futuro

Filippo Neri
Il sito web www.trasparenzaemerito.org ed il profilo Facebook dell’Associazione

Giambattista Scirè
L’iter di un caso emblematico

Pierpaolo Sileri
Le minacce del Rettore e il coraggio della pubblica denuncia

Ore 11.30 – 13.30 (con presenza della stampa e degli altri mezzi di informazione)
Racconto delle vicende più significative di mala-università che hanno riguardato gli iscritti
A tal fine, si invitano tutti gli iscritti interessati ad inviare a trasparenzaemerito@gmail.com una sintesi delle loro vicende

Pausa pranzo

Ore 15.00 – 16.30 (senza la presenza della stampa e degli altri mezzi di informazione)
Racconto e discussione di altri casi che hanno riguardato gli iscritti dell’Associazione

Ore 16.30 – 17.30
Discussione informale tra gli associati fondatori e gli iscritti, in modo che sia possibile instaurare una prima conoscenza di carattere personale

Breve resoconto della giornata a cura dei portavoce dell’Associazione

Programma del Convegno degli Iscritti dell’Associazione Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo e’ disponibile a questo link (formato pdf)

L’Associazione Trasparenza e Merito vuole far applicare le sentenze

“Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo” (www.trasparenzaemerito.org) sta crescendo ogni giorno di più. Dall’articolo de La Repubblica di oggi, con occhiello in prima pagina, emerge chiaramente che essa non è sola. Come portavoce dell’Associazione, posso dire che cominciano a giungerci i primi segnali di fortissimi “mal di pancia” da parte di taluni “baroncini” di taluni Atenei, i quali – forse – dovrebbero fare più attenzione nella scelta delle parole che rivolgono, per iscritto, ai nostri iscritti. Ma “va bene” così: è il segno che la nostra azione è efficace. Il 24 febbraio p.v. si terrà a Roma, al Centro Congressi Cavour, il primo incontro tra gli Associati fondatori e gli iscritti. A breve maggiori informazioni. – Avv. Giuliano Grüner.

“L’Associazione Trasparenza e Merito: ricercatori e docenti che si sono rivolti ai Tar e Procure dimostrando illeciti nei loro concorsi. … vogliono costringere le università ad applicare le sentenze spiega Giambattista Scirè, uno dei fondatori.” Un sintesi perfetta degli obiettivi che l’Associazione ‘Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo’ si prefigge di raggiungere.

Tratto dall’articolo “Università la carica degli onesti” di Ilaria Venturi su La Repubblica del 30 Gennaio 2018.

Questo il link all’articolo. 

Richiesta di chiarimenti al Rettore dell’Università di Catania e al Presidente della CRUI in merito al caso del Prof. Giambattista Scirè – Comunicato stampa

L’Associazione Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo ha inviato oggi una richiesta di chiarimenti al Rettore dell’Università di Catania e al Presidente della CRUI in merito al caso del Prof. Giambattista Scirè. Il Comunicato stampa che contiene la lettera inviata segue.

Associazione Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo
http://www.trasparenzaemerito.org

Comunicato Stampa

c.a.
Magnifico Rettore
Prof. Francesco Basile
Università degli Studi di Catania
Sua sede
PEC: protocollo@pec.unict.it

e p.c.
Magnifico Rettore
Prof. Gaetano Manfredi
Presidente della C.R.U.I.
Sua sede
PEC: segreteria.crui@pec.it

Roma, 18 Gennaio 2018

L’Associazione Trasparenza e Merito. L’università che vogliamo, venuta a conoscenza della vicenda giudiziaria pluriennale che riguarda il Dott. Giambattista Scirè, del fatto che con sentenza N. 2111/20l7 del T.A.R. Sicilia (sez. di Catania), e successiva comunicazione del 14 Novembre 2017, n. protocollo 136113, dell’Area di Gestione Amministrativa del Personale, si dichiara il Dott. Giambattista Scirè vincitore della selezione pubblica per la stipula di un contratto di lavoro di ricercatore a tempo determinato presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Catania (sede decentrata di Ragusa) e delle recenti comunicazioni intercorse tra il Dott. Scirè e l’Ateneo di Catania

CHIEDE

rispettosamente al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Catania di rispondere pubblicamente alle seguenti domande. L’Associazione darà pubblicità alle risposte ricevute con ogni canale e mezzo a sua disposizione.
Domande:
1) perché l’ateneo non ha provveduto ad eseguire la sentenza N. 1562/2014 del T.A.R. Sicilia (CT) non appena esecutiva e come mai non ha sospeso, per tempo, la candidata illegittimamente dichiarata vincitrice, invalidando la procedura per la richiesta di proroga del contratto?
2) perché è stato sottoposto al Dott. Scirè un contratto anomalo per Ricercatore t.d. di soli 4 mesi per “esigenze didattiche” e non un regolare contratto triennale in ottemperanza della suddetta sentenza?
3) e’ stata attivata, successivamente, la procedura relativa alla richiesta di proroga del biennio di ricerca del Dott. Scirè? Chi e’ il responsabile del procedimento?
4) poiché la valutazione di fine triennio non e’ ancora stata effettuata e quindi nulla e’ stato deciso in merito alla proroga di ulteriori due anni del contratto, il Dott. Scirè dovrebbe ancora apparire nell’elenco personale ricercatore del Dipartimento di Scienze Umanistiche e/o della Struttura didattica speciale di Lingue e Letterature Straniere dell’Ateneo, perché, quindi, il nome del Dott. Scirè non appare, pubblicamente, sul sito di ateneo? e per quale ragione il Dott. Scirè non dispone di un ufficio presso la sede decentrata di Ragusa dell’Ateneo?
5) perché, dopo il decreto del Tribunale di Catania che ha disposto il rinvio a giudizio nei confronti della commissione della suddetta selezione pubblica, individuando come parti offese, oltre al Dott. Scirè, anche l’Università di Catania, l’Ateneo non è stato presente all’udienza e non si è ancora costituito parte civile al processo?
La risposta alle suddette domande può essere comunicata tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo:

Associazione Trasparenza e Merito. L’universita’ che vogliamo
presso lo Studio Legale Grüner Dinelli
(indirizzo)

Ringraziando in anticipo il Magnifico Rettore dell’Ateneo Catanese per la sua cortese attenzione, restiamo in attesa di leggere le sue risposte alle domande qui indicate.

Associazione Trasparenza e Merito.
L’Universita’ che vogliamo
http://www.trasparenzaemerito.org

 

Università, annullato concorso alla Federico II: “Non c’è trasparenza”


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from repubblica

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
napoli.repubblica.it/cronaca/2018/0...

Università, annullato concorso alla Federico II: “Non c’è trasparenza”, pubblicato su La Repubblica di Napoli del 18 gennaio 2018.

Dal testo dell’articolo: ‘E’ accaduto a Ingegneria industriale. Sciolta la commissione: “Il presidente è coautore di 9 pubblicazioni su 12 presentate dal vincitore” ‘

[urlpreviewbox url=”http://napoli.repubblica.it/cronaca/2018/01/18/news/universita_annullato_concorso_alla_federico_ii_non_c_e_trasparenza_-186710936/

Università e baroni: ecco come avvengono certe selezioni, video e intervista al Dott. Pierpaolo Sileri (Associazione Trasparenza e Merito) sul blog di Beppe Grillo – Movimento 5 Stelle

Università e baroni: ecco come avvengono certe selezioni, intervento del Dott. Pierpaolo Sileri, socio fondatore dell’Associazione Trasparenza e Merito. L’universita’ che vogliamo, sul blog di Beppe Grillo – Movimento 5 Stelle (M5S) del 16 Gennaio 2018.

Link all’articolo http://www.beppegrillo.it/2018/01/universita_e_baroni_ecco_come_avvengono_certe_selezioni.html

Link al video presente nell’articolo: https://www.facebook.com/movimentocinquestelle/videos/10155762306440813/

L’universita’ libera dai baroni, video e intervista all’Avv. Giuliano Grüner (Associazione Trasparenza e Merito) sul blog di Beppe Grillo – Movimento 5 Stelle

L’universita’ libera dai baroni, intervento dell’Avv. Giuliano Grüner, socio fondatore dell’Associazione Trasparenza e Merito. L’universita’ che vogliamo, sul blog di Beppe Grillo – Movimento 5 Stelle (M5S) del 15 Gennaio 2018.

Link all’articolo https://www.facebook.com/beppegrillo.it/posts/10155316068371545

Link al video presente nell’articolo: https://www.facebook.com/beppegrillo.it/posts/10155316068371545

Riunione degli Associati Fondatori del 13 Gennaio 2018 – Convegno degli iscritti 24 Febbraio 2018 (data da confermare – in preparazione)

Convegno di tutti Iscritti: 24 febbraio 2018 (data da confermare e in preparazione, inviamo a tutti gli iscritti un invito via email)

Cari amici e amiche, ieri, sabato 13 gennaio 2018, si è svolta a Roma, nello studio dell’Avv. Gruner, la riunione dell’associazione dei fondatori.
Erano presenti 8 dei soci fondatori: Adamo Domenico Rombolà, Giuliano Grüner, Cecilia Scoppetta, Giambattista Scirè, Filippo Neri, Pierpaolo Sileri, Paolo Voci, Antonella Fioravanti.
Sono stati nominati Amministratori (e portavoce) dell’associazione, Giuliano Grüner e Giambattista Scirè. E’ stato nominato responsabile del sito web Filippo Neri, responsabile della pagina facebook dell’associazione Giambattista Scirè. Del Comitato dei probiviri fanno parte Adamo Domenico Rombolà, Cecilia Scoppetta e Paolo Voci.
Durante l’incontro sono stati affrontati vari e importanti temi: la presa di posizione sugli sviluppi dei casi eclatanti già apparsi sulla stampa e segnalati dall’associazione, la denuncia dei cosiddetti “bandi sartoriali”, il monitoraggio sui concorsi, la richiesta di una presa di posizione da parte delle istituzioni (ministro e presidente della repubblica in primis) sul piano dell’etica pubblica, oltre all’attenzione su nuovi significativi e gravi casi segnalatici dagli iscritti.
In particolare è stato deciso (nei prossimi giorni sarà messo a punto il programma) di convocare una assemblea di tutti gli iscritti, da tenersi a Roma, il 24 febbraio, per conoscere le tante persone, provenienti da tutta Italia, che si sono rivolte a noi con entusiasmo e speranza. Si intitolerà: “Raccontateci la vostra storia. Trasparenza e merito incontra la stampa”. Presto avrete maggiori dettagli e informazioni sull’iniziativa.
Sul lungo periodo è stata poi prevista l’organizzazione di un convegno sul tema del reclutamento poco trasparente e irregolare in diversi atenei italiani, con relazioni e analisi, aperto a più personalità (dentro e fuori l’accademia), forze politiche, associazioni e alle istituzioni.
Segnaliamo che, a fine seduta, abbiamo incontrato la stampa per sollecitarla ad una maggiore attenzione su alcuni nuovi casi di mala università.
Vi ringraziamo per l’appoggio datoci finora e vi terremo aggiornati sulle nostre iniziative e attività. L’anno è iniziato, dunque, nel migliore dei modi! C’è tanto da fare, tutti insieme, per una università migliore.
Un caro saluto a tutti.